Materiali Filtranti

Sabbia di quarzo:
La sabbia di quarzo viene commercializzata ormai da molti anni come un buon materiale filtrante per piscine. Ha buone proprietà di filttrazione meccanica, soprattutto nella parte superficiale del letto filtrante ma è anche un terreno di proliferazione ideale per i batteri.
Purtroppo se non si interviene periodicamente con prodotti specifici, atti a mantenere il materiale più pulito e disinfettato possibile, in breve tempo possono presentarsi queste problematiche all'interno del filtro:
Incrostazioni
Formazione di canali preferenziali
Formazione del biofilm batterico
Contaminazione della sabbia
Scarsa filtrazione
Test effettuati dimostrano che le prestazioni che le prestazioni di un filtro a sabbia rischiano di peggiorare dopo 6/12 mesi nonostante i controlavaggi.

Sabbia di vetro:
questo materiale filtrante consente di risparmiare sul lavaggio in controcorrente e sui conseguenti costi di acqua,corrente e trattamenti chimici. Grazie alla sua forma dei granuli ed alla non porosità del prodotto, la sua efficacia nel rimuovere la torbidità risulta del 30% superiore a quella della sabbia silicea. Rimuove le particelle per molto tempo senza impaccarsi e grazie alla sua composizione non porosa tende ad agglomerarsi meno e ad una minore formazione di canali preferenziali. Grazie anche alla sua permeabilità, i lavaggi richiederanno minor tempo, consentendo di risparmiare sui costi collegati alle spese come espresso poco fa. La sabbia di vetro è meno soggetta all'attacco di biofilm batterico poichè, al contrario di quella quarzifera, le particelle presentano una superficie più liscia che impedisce ai batteri di rimanere intrappolati nelle fessure o nelle spaccature. Ciò comporta minori interventi correttivi e chimici per la distruzione degli agenti inquinanti.